Con BOTTURA & CO il panino non è il solito panino. Impariamo la lezione.

IMG_0531

di Ivan Fiori

Qualche tempo fa mi è capitato di ritrovarmi al bar in un bagno di una spiaggia di Rimini che frequentavo tantissimi anni fa. In quell’occasione, fui morso da invincibile tristezza, quando decisi di ordinare un panino. Pane decisamente surgelato, lo stesso dell’epoca oserei dire, due foglie di lattuga, due fette di pomodoro, sottiletta di formaggio. Una spugna. Più asciutto della sabbia.
Oggi, in questa stessa Rimini, si chiude la tre giorni del Circo di Al Méni. La carovana eno-gastronomica capitanata dagli Chef Bottura, Faccani, Silver, Parini, Mantovani e soci.

IMG_0584
Ora, chi pensa che il piazzale Fellini nell’occasione sia diventato un ristorante all’aperto sotto forma festa dell’Unità si sbaglia di grosso (perdonatemi il paragone, la politica qui non c’entra nulla).
Bottura&co hanno aperto al pubblico la loro scuola di cucina, di gusto e della buona tavola.

Per dirla tutta,  ci hanno mostrato la strada.

 

Inutile nascondersi, fare i masochisti sulle solite e deprimenti idee o mancanza di idee. Oggi la gente e il mercato, premiano chi si rinnova, chi investe, chi ci crede! La Francia ci insegna che oltre alla lattuga e al pomodoro c’è sempre una salsa, una vinagrette, l’Asia che anche la carne si abbina bene con la salsa di soia…..

IMG_0581

IMG_0579

IMG_0582

Per cui non fermiamoci alle solite minestre, muoviamoci, il mondo ha cambiato marcia, ha cambiato gusti, ha cambiato orizzonti.
Ora, dopo aver provato i panini degli Chef Bottura&co, chi ci torna più a mangiare il pane surgelato!

IMG_0580 IMG_0583

Deliquio: i pittori Leonardo Blanco, Giovanni Lombardini e Franco Pozzi in mostra a Rimini

 

Blanco
Blanco

Deliquio: Oscuramento passeggero della coscienza, accompagnato da senso di vertigine, obnubilamento della vista, indebolimento dell’azione cardiaca, fino all’abbandono completo del corpo. (fonte treccani.it)

Deliquio è anche il nome della mostra che Rimini ospitrà dal 7 marzo al primo maggio al FAR/Fabbrica Arte Rimini in piazza Cavour degli artisti “romagnoli” Leonardo Blanco, Giovanni Lombardini e Franco Pozzi.IMG_0053

IMG_0050

IMG_0043
Abbandonarsi tra le pareti espositive di questi saloni non affatto difficile. Un viaggio a metà tra il fisico e il metafisico, colpi di luce e schizzi di vernice su lamine di alluminio e di formica.

L’arte si evolve, cambia, trasmuta verso un esoterismo interiore. La potenza delle opere è spiazzante. Il linguaggio artistico utilizzato è potente, assoluto e piacevolmente ridondante.

Sino al 30 marzo 2015 la Libreria Riminese di Mirco Pecci (P.tta Gregorio da Rimini, 13 – Rimini – Tel. 0541 26417 – info@libreriariminese.it) in contemporanea alla mostra Deliquio alla Far esporrà alcune opere di Leonardo Blanco, Giovanni Lombardini, Franco Pozzi.

Da non perdere.

Blanco

Leonardo Blanco, Davide Frisoni e Luca Giovagnoli in mostra alla Clinica Merli

IMG_5221

di Ivan Fiori

Per trovare un po’ di arte e di cultura a Rimini possiamo anche prendere la scusa di una lastra ai denti. I titolari della Clinica Merli espongono dal 25 gennaio 2014 una serie di opere dei tre pittori romagnoli.

IMG_5244

 

 

 

 

 

 

 

Le opere non hanno tra loro alcun tipo di legame per quanto concerne la modalità di espressione. Gli stili diffondono profondamente. 

IMG_5243I riflessi delle luci artificiali che si specchiano nel mare d’acqua blu di Davide Frisoni contrasta o le sue luci di una Manhattan contrastano con l’astrattismo di Luca Giovagnoli (magnifica la tela La Famiglia) per non parlare del lavoro di ricerca effettuata da Leonardo Blanco in composizioni di “tele” di alluminio e china monocromatiche. Immagini forti queste, e potenti che rispecchiano una visione introspettiva di non poco conto.

Blanco

La mostra sarà aperta gratuitamente al pubblico fino a Venerdì 18 Aprile 2014, tutti i giorni, in orario continuato 09.00 – 18.30, dal Lunedì al Venerdì – per informazioni tel. 0541 52025.

Blanco Maschera di uomo

Frisoni